Bidelle protestano: “Ogni volta che fanno brogli elettorali lasciano tutta la gomma per terra”

OLBIA. Le bidelle olbiesi non ci stanno e annunciano un mese di sciopero. Il motivo? L’inciviltà di coloro che si occupano di cancellare e ricompilare “correttamente” le schede elettorali prima dello spoglio.

“Ogni volta è la stessa storia! –ci spiegano- Quando devono fare brogli, si piazzano lì con la gomma, a cancellare i voti scomodi e li correggono. Poi come se nulla fosse, lasciano tutti i residui di gomma per terra e tocca a noi passare ore intere a ripulire lo schifo che lasciano! Ma la misura è colma!”

Dal canto loro, i manomissori di schede e gli organizzatori dei brogli spiegano che bisogna fare in fretta a modificare migliaia di voti in modo che sembrino “originali” e non ci si può preoccupare di dover lasciare tutto in ordine raccogliendo la gomma e andando a buttare tutti gli scarti nel cestino dei rifiuti. La questione sembra quindi un muro contro muro e nessuna delle parti in causa sembra voler cedere le proprie posizioni.

Dal Ministero hanno intanto fatto sapere che si sta lavorando ad un accordo sindacale con le bidelle e si sta cercando di trovare una soluzione che metta tutti d’accordo. Intanto, stamane, per via dello sciopero, le aule erano ancora piene di gomma da cancellare, segno evidente del duro lavoro di manomissione a cui sono stati sottoposte le numerose schede referendarie durante la notte di domenica 4 Dicembre

Precedente Movimento Pastori in allarme: “Se vince SI abolite le mungitrici, costretti a mungere a mano” Successivo Berchidda. Spuntino scambiato per presepe vivente acclamato vincitore di “Notte de Chelu”

Lascia un commento

*